00:00:00
10 Dec

LE PAGELLE: Mostruoso Koulibaly, il miglior Mario Rui, Insigne si accende nel finale

Reina 6: Come in altre gare, fa da spettatore. La Juventus, da provinciale, si mette dietro e aspetta, senza mai tirare in porta. Pepe fa solo un paio di interventi semplici e il palo lo salva.

Hysaj 6,5: In fase difensiva meriterebbe 9, ma in fase di spinta ha sempre qualche pecca. Scambia (spesso male) con i suoi compagni di fascia. 

Albiol 7: Lo strano intervento in ritardo gli costa il giallo subito e meno libertà. Invece, da quel fallo costruisce la solita partita monumentale. Dalle sue parti non di passa mai. 

Koulibaly 8: La vince lui. In difesa è mostruoso. Il fisico gli permette di sovrastare tutto e tutti, anche sui calci da fermo. Dybala e Higuain non pervenuti, scompaiono al suo cospetto. Il solito schema su corner lo manda in orbita con un’incornata tremenda che va in rete. 

Mario Rui 7.5: Spesso ignorato dai compagni, è il più propositivo. Stavolta perfetto in chiusura, ottimo l’assist per Hamsik, pericoloso su punizione e tiro-cross.

Allan 6: Si preoccupa di Matuidi e null’altro. Bene in pressing, sbaglia qualche appoggio ed esce stremato. dall’80’ Rog 6,5: Entra con la solita foga, recupera palla e si propone.

Jorginho 7: Elude facilmente la gabbia costruita attorno a lui. E dopo un quarto d’ora diventa il padrone del centrocampo. Perfetto in fase di chiusura, illuminante in profondità. 

Hamsik 6,5: Più concentrato e cattivo. Sfiora due volte la rete. Cerca il movimento giusto, sempre. Due buoni assist a Insigne e Callejon. dal 67’ Zielinski  6,5: Con le squadre stanche, la sua brillantezza e freschezza è ora. E va pure alla conclusione. 

Callejon 6,5: Irritante per gran parte della partita. Comincia a tagliare alla sua maniera nel finale. Suo il corner decisivo, in uno schema ormai fisso. 

Mertens 6: Una sola conclusione vera. Però tanto tanto lavoro sporco, sponde e movimento. dal 61’ Milik 6: Non dà il contributo sperato, ma il suo ingresso tiene in apprensione i centrali juventini. 

Insigne 7: Nel primo tempo, tiene lui su gli azzurri. Il suo inserimento costringe Chiellini all’infortunio. Due buone conclusioni, poi si dedica alla manovra, serve un buon assist ad Hamsik e a lungo andare quasi scompare, per tornare a brillare nell’azione decisiva che porta al corner vittoria. 

All. Sarri 7: L’allenatore degli schemi su corner. Ma anche l’allenatore del bel gioco. Nonostante la Juventus, questo si è visto. Una decina di buone occasioni costruite, possesso palla sempre saldamente in mano, solo due mezze palle gol concesse. Poi, solo Napoli. Solo bellezza. Fino allo stacco sul solito calcio d’angolo, marchio di fabbrica sarrista. Ora il palazzo è a un punto. Bisogna vincerle tutte e sperare in un pari degli avversari. Il sogno continua.