00:00:00
23 Oct

LE PAGELLE: Albiol perfetto, Mertens appannato e Insigne poco lucido

Reina 6,5: Un paio di parate decisive nel primo tempo, poi fa da spettatore per gran parte della gara. Potrebbe accennare qualche uscita sui corner per togliere l’imbarazzo ai difensori. 

Maggio 6,5: Solita gara di sostanza ed esperienza. Buone chiusure, dalle sue parti non si sfonda mai. Sempre presente sulle palle alte. 

Albiol 7: Gara perfetta. Kalinic e Silva non la vedono mai. Sempre in anticipo lo spagnolo, mette toppe dove gli altri lasciano buchi. 

Koulibaly 6: Qualche sbavatura non decisiva e tutti i duelli (con Kessie) vinti di fisico. Nel finale sciupa una buona palla per il contropiede.

Hysaj 6: Non è la sua fascia, ma la tiene bene. Suso non è un buon cliente, ma lui lo limita sulla trequarti, anche con un giallo. 

Allan 5,5: Molle, la fotografia della sua condizione non brillante è in una palla persa (e poi recuperata) su Bonaventura e sul fallo inutile prima della sostituzione. dall’87 Rog sv.

Jorginho 6: Partita a fasi alterne, ma l’italo-brasiliano tiene sempre bene il campo, in fase di chiusura e in ripartenza. Ottimo inizio ripresa, poi cala. 

Hamsik 6: Solita gara di sacrificio. Pochi spazi, Kessie a marcarlo a uomo, spesso dietro in cabina di regia, eppure si libera un paio di volte alla conclusione e tenta l’assist per poco non sfruttato dai compagni. dal 66’ Zielinski 5,5: Non entra col solito piglio. Unico squillo un lancio perfetto che Insigne non sfrutta a dovere. 

Callejon 5: Smarrito e non molto propositivo, arriva sempre con un attimo di ritardo su tutti i palloni. Non è al meglio. Spara a lato una buona palla. 

Mertens 4,5: Appannato, scompare tra i due centrali di riserva del Milan. Potrebbe puntarli facilmente, come fa una sola volta, invece si nasconde senza cercare mai il movimento giusto. Solo una volta alla conclusione, ma Insigne era in fuorigioco quando gli serve l’assist di tacco. dal 66’ Milik 6: Due occasioni, la seconda sbagliata incredibilmente con il miracolo di Donnarumma. Forse è pronto per giocare qualche minuto in più. 

Insigne 5: Poco concreto e troppo nervoso. Appare spesso stanco e poco lucido. Da lui vengono le giocate migliori, ma anche le palle sciupate. Non sembra nel suo momento migliore e deve ritrovare il gol.

 

All. Sarri 5,5: Il vero Napoli si è visto solo a inizio ripresa e nel finale di gara. Per il resto, il Milan tiene bene il campo, spesso gestisce facilmente il possesso palla, chiude gli spazi e gli azzurri non riescono quasi mai a trovare la giocata buona. Qualche minuto di sofferenza superato alla grande grazie all’esperienza di Albiol e Maggio, però davanti il Napoli è sembrato spuntato, fino all’ingresso di Milik. Il miracolo di Donnarumma chiude, forse, il discorso.