00:00:00
23 Oct

Se Verdi deve ancora pensarci nello scegliere Napoli allora qualcosa non torna

simone verdi

“Simone al Napoli? Ci siamo presi una pausa di riflessione, appena torna dalle vacanze ci siederemo io e lui dinanzi ad un tavolo e decideremo”. Lo ha detto Donato Orgnoni a Kiss Kiss Napoli, confermando l’apertura del calciatore del Bologna al trasferimento in azzurro. Verdi ha preso alcuni giorni di vacanza nella sosta di campionato anche per decidere sul suo futuro. Il Napoli ha offerto una base di venti milioni di euro al Bologna a cui si aggiungerebbero dei bonus.

Ma allora, perché l’attaccante rossoblu deve ancora pensarci? Non se ne abbiano a male i tifosi rossoblu, ma dove nascono i suoi dubbi, di fronte alla possibilita’ di lottare per il titolo e di giocare in Europa? Forse il pensiero di ripercorrere le orme tracciate da Pavoletti solo un anno fa e’ di quelli che qualche riflessione la chiedono. Anche perché, a 26 anni da compiere, la prossima scelta che fara’ sara’ quella in grado di decidere l’andamento della sua carriera. Che di colpi a vuoto, discese ardite e risalite, ne ha gia’ viste e vissute.

Allora, per quanto possa sembrare facile prendersela con lui per la scelta non ancora fatta, per non essere corso all’ombra del Vesuvio, forse bisognerebbe semplicemente aspettarlo. Dargli quella fiducia che lui fa bene a non avere. Almeno non del tutto. Il resto arrivera’ col tempo. Anche perche’ difficilmente dira’ di no. E poi, al di la’ delle esperienze passate e di cio’ che, invece, sarebbe stato per Roberto Inglese, Verdi ha tutte le caratteristiche per andare a nozze con Sarri. Che, tra l’altro, ha gia’ allenato, ai tempi di Empoli, il talento di Simone. Anche questo fattore da non trascurare. Cosi’ come la possibilita’ di vederlo giocare in tutti e tre i ruoli dell’attacco. Primissima riserva di uno dei tre titolarissimi. Per nulla chiuso in una sola maglia. E questo non e’ affatto poco.